Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, a scopi pubblicitari e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Per maggiori informazioni o negare il consenso, leggi l'informativa estesa. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
Cultura

Quattro ragazze e la leggenda di Slender Man

In sala l'horror di Sylvain White

Redazione ANSA

In una cittadina del Massachussets, quattro liceali eseguono un rituale con l'intento di sfatare la leggenda di Slender Man, personaggio dell'orrore creato da Eric Knudesn e diventato un fenomeno virale sul web. Quando una delle ragazze svanisce misteriosamente, nasce in loro il sospetto che lei sia diventata la sua ultima vittima.
    Slender Man, il nuovo film del regista francese Sylvain White, al cinema dal 6 settembre con Warner Bros, vede tra i protagonisti Joey King, Javier Botet, Annalise Basso e Julia Goldani Telles. "È la classica storia di quattro ragazze che, incuriosite da Slender Man, finiscono nella tana del coniglio - racconta il regista Sylvain White (The Losers) -. La serata inizia con un normale pigiama party, ma la notte le ragazze decidono di fare qualcosa di diverso, un assurdo tentativo di evocare Slender Man".
    "Queste quattro ragazze credono che non possa succedere nulla, ma ovviamente una settimana dopo iniziano a percepire alcuni segnali - dice la protagonista del film Joey King (The Kissing Booth) -: è un accumulo graduale di tensione veramente spaventoso. Non viene colpito il pubblico subito nei primi venti minuti, osservi le vite di queste quattro amiche mentre i loro mondi iniziano a sgretolarsi e la disperazione prende il sopravvento".
   

Leggi l'articolo completo su ANSA.it