Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, a scopi pubblicitari e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Per maggiori informazioni o negare il consenso, leggi l'informativa estesa. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
Cultura

Tv: Incontrada-Guanciale, tra noi è stata subito intesa

Non Dirlo al Mio Capo 2, da giovedì 13 settembre su Rai1

Redazione ANSA

  Lino Guanciale e Vanessa Incontrada, rappresentano la coppia forse più amata del pubblico di Rai1. Li ritroviamo in 'Non Dirlo al Mio Capo 2', da giovedì 13 settembre in 6 prime serate, nei rispettivi ruoli degli avvocati Enrico Vinci, titolare dello studio dove lavora lei, Lisa, praticante e madre di due figli.

  Incontrada dice del suo compagno televisivo: "Lino è una macchina perfetta, non dimentica una battuta, la mia forza è lui, è un uomo stupendo, da sposare!". Il produttore Luca Bernabei scherza: "L'ha confermato!". L'attrice replica: "Ce vogliono accoppia' per forza, Lino! Dobbiamo parlare..." Guanciale ribatte: "La verità è che la macchine si spengono ad un certo punto. Io sono una persona chiusa. Sul set è scattata una grande complicità, qualcosa di più, una vera intesa con Vanessa, una persona capace di metterti subito a tuo agio. La sua istintività mi è servita moltissimo per rendere al meglio". La serie, prodotta da Luca e Matilde Bernabei per Lux Vide collaborazione con Rai Fiction, è stata presentata  al museo Maxxi di Roma. Nel cast anche Chiara Francini, Antonio Gerardi, Aurora Ruffino, Saul Nanni, Gianmarco Saurino, Iago Garcia.
Il racconto riprende da dove si era interrotta la prima stagione: Lisa, che aveva tenuto al lungo segreto in ufficio il fatto di essere una madre single (per timore di perdere il posto), è ora ufficialmente per tutti la mamma di due creature con tanto di foto sulla scrivania, ed è ormai noto anche che Enrico è sposato, anche se il tradimento di lei li ha fatti allontanare. Dietro l'angolo, infatti, si scorgono per tutti nuove insidie, tra ex che ritornano, figli che crescono, nuovi amori che sbocciano e ospiti inattesi che diventano ingombranti.
"Credo - aggiunge Incontrada - che questa serie sia così quotidiana che qualsiasi persona possa immedesimarsi nelle nostre vicende. Lisa è uno dei personaggi a cui sono più legata: sembra un ruolo semplice, ma vi assicuro che non lo è. Ho lavorato molto sul personaggio di Lisa. Con Lino anche fuori dal set ci vogliamo molto bene". L'attrice poi ringrazia Riccardo Donna per il lavoro che ha svolto sul set.
Chiara Francini, che interpreta Perla, amica e vicina di casa di Lisa, aggiunge: "E' una donna politically uncorrect. Perla è una creatura di Elena Bucaccio (la sceneggiatrice definita da Luca Bernabei "la nostra Shonda Rhimes") ed è una creatura imperfetta. Tutti i personaggi sono meravigliosamente sbeccati ed è ciò quello che li rende speciali".
Guanciale (che ritroveremo su Rai1 con L'allieva 2 e su Rai2 con La Porta Rossa 2) a chi lo chiede risponde: "La soddisfazione di recitare in più generi ha a che fare sempre con il feedback del pubblico. Non mi esalto molto. C'è solo il pubblico da ringraziare. Un attore deve dimostrare la propria versatilità per avere più mercato. Ringrazio la mia sorte".
Antonio Gerardi: "Quando mi è stato proposto il ruolo, ho pensato di non esserne capace. Farò il 'tato'. Ho visto il primo episodio e mi sono divertito moltissimo. Guardandomi in tv, non mi piaccio mai. Qui mi sono piaciuto".
Eleonora Andreatta, direttrice di Rai Fiction, sottolinea come i capisaldi del successo della prima stagione sono rimasti anche nella seconda: "il cast glamour, il tono intimo della protagonista e il racconto in una chiave molto moderna di un conflitto antico come quello tra i due sessi. Questa storia mescola commedia sentimentale e teen drama, il family e il legal drama. Il legal drama è un genere quasi assente nella fiction.
Gli elementi di novità sono i nuovi ingressi, Aurora Ruffino e Gianmarco Saurino e la regia di Riccardo Donna che ha fatto uno straordinario lavoro. Il tono di questa serie è speciale: ad esempio, tratta tematiche dolorose con ottimismo". Matilde Bernabei sottolinea: "Noi, come Lux, stiamo cambiando il nostro lavoro. Il legal drama permette di parlare di etica, far ragionare su tante cose che circondano la nostra vita. Il lavoro della serialità si sta evolvendo nel far capire che le persone hanno più facce e potenzialità. Rai Fiction e Lux stanno facendo un lavoro in tal senso particolare. Se questa andrà bene, la nostra idea era quella di fare una lunga serie e andare avanti per il meglio". Il direttore di Rai1 Angelo Teodoli precisa: "La tv generalista ha ancora una funzione aggregante molto forte. La fiction è un elemento essenziale. Io lo chiamerei legal comedy drama". A chi chiede a Incontrada, visto che ultimamente ha interpretato molti ruoli di madri di adolescenti, se ha un sogno nel cassetto, risponde: "Non nascondo che vorrei fare la cattiva"

Leggi l'articolo completo su ANSA.it