Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, a scopi pubblicitari e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Per maggiori informazioni o negare il consenso, leggi l'informativa estesa. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
Cultura

Far parte delle forze armate, la nuova aspirazione delle miss

Non solo moda, cinema e tv. Alcune ragazze di Miss Italia sognano una carriera in divisa

Redazione ANSA

Non solo moda, spettacolo o cinema. Ma Esercito, Marina, Polizia o Carabinieri. Quest'anno a Miss Italia una delle parole chiave è Forze Armate: è questa la tendenza emersa a Jesolo, dove le Miss sono state impegnate nel passaggio alla fase successiva.

Molte hanno espresso davanti alla giuria il loro sogno di intraprendere una carriera in divisa. Coniugare la femminilità con lo stile da caserma non è sicuramente facile, ma non impossibile perché, come dice Laura Schiavone, una delle prefinaliste del Concorso, arruolata per un anno in Marina: "Vivere in un ambiente maschile tende a soffocare le peculiarità delle donne ma resta un'esperienza straordinaria". Come lei la pensano Rebecca Givone, Miss del Piemonte che vorrebbe entrare in Accademia Militare o Maeve Billi, dell'Emilia Romagna, che vuole diventare carabiniere come il nonno maresciallo e , ancora, Ginevra Gallo, 18 anni, di Firenze. Insomma, a parte il posto di lavoro, sono i valori propri delle forze armate ad essere condivisi con convinzione dalle aspiranti reginette di bellezza. “Forte - hanno sottolineato – è il desiderio di essere parte di una realtà importante, autorevole e presente sul territorio, che permette di rendere un servizio alla comunità di cui si fa parte”.

Leggi l'articolo completo su ANSA.it