Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, a scopi pubblicitari e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Per maggiori informazioni o negare il consenso, leggi l'informativa estesa. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
Sardegna

Sider Alloys: accordo su assunzioni

Inquadrati con contratto metalmeccanici. Intesa in Confindustria

Redazione ANSA

Un passo avanti verso la riapertura dell'ex stabilimento Alcoa di Portovesme ora nelle mani di Sider Alloys: firmato con i sindacati, nella sede di Confindustria a Cagliari, un accordo di programma sulle assunzioni in vista del riavvio dell'attività. Nel documento non ci sono nomi nè numeri, ma vengono indicati due criteri generali che regoleranno l'ingresso in azienda: il bacino di riferimento dal quale prelevare i lavoratori, l'ex Alcoa, e le modalità di inquadramento, con il contratto dei metalmeccanici.

Cauto ottimismo da parte dei sindacati che adesso si aspettano passaggi concreti per quanto riguarda il percorso di ripresa. La parola chiave si chiama "revamping", gli interventi di miglioramento degli impianti necessari per la vera ripartenza. L'azienda, riferiscono le sigle, avrebbe già preso contatti con la ditta incaricata dei lavori. Quanto alla realizzazione di queste opere, una data di inizio non è stata ancora fissata. Ma al tavolo è circolata la possibilità che la situazione possa sbloccarsi già da fine settembre.

"Importante aver riallacciato le relazioni con l'impresa - sottolineano Bruno Usai della Cgil e Gianmarco Zucca della Rsu - Per il resto possiamo parlare di bilancio parzialmente positivo. In attesa chiaramente della ripresa dei lavori". Rimane aperta la partita degli ammortizzatori sociali. E in questo caso uno dei protagonisti sarà la Regione.

"Sarà decisivo il suo intervento - spiegano in sindacalisti - anche per la programmazione dei corsi di formazione". Soddisfatta, per la parte assunzioni, la Cisl. "L'accordo quadro inizia a definire la questione - osserva Manolo Mureddu, segretario dei metalmeccanici - garantendo ai lavoratori già impiegati in passato di essere la prima scelta in vista della ripresa. Stiamo parlando di personale che ha già mostrato di poter raggiungere alti standard di qualità".
   

Leggi l'articolo completo su ANSA.it