Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, a scopi pubblicitari e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Per maggiori informazioni o negare il consenso, leggi l'informativa estesa. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
Piemonte

Torino Spiritualità indaga 'no gentile'

Bray, no a rassegnazione e paura oggi molto presenti nel Paese

Redazione ANSA

(ANSA) - TORINO, 4 SET - Il "no gentile", non emblema di rassegnazione bensì atto di coraggio, è il fulcro tematico intorno al quale ruota la 14/a edizione di Torino Spiritualità (26-30 settembre). Scelto mesi fa in omaggio allo scrivano Bartleby del celebre racconto di Herman Melville, si ritrova ora a "calzare a pennello l'attualità". Alla presentazione del programma, al Circolo dei Lettori di Torino, lo hanno ripetuto tutti. A partire dal nuovo presidente del Circolo, Massimo Bray.
    "Per dire no alla rassegnazione - ha detto Bray - ci vuole coraggio. E ce ne vuole per dire no alla paura, oggi molto diffusa nel Paese. E ancora ce ne vuole per dire no all'individualismo e alla cancellazione della verità".
    Il programma, come di consueto ricchissimo, spazia dal diavolo ('lo spirito che dice sempre no' è l'epiteto con cui Mefistofele si presenta a Faust nel capolavoro di Goethe) alle storie di vite non allineate, dai ribelli nei libri ai "no grazie degli attuali "tempi opachi". Il tutto fra Torino, Alba, Novara e Verbania.
   

Leggi l'articolo completo su ANSA.it