Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, a scopi pubblicitari e per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Per maggiori informazioni o negare il consenso, leggi l'informativa estesa. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.
Marche

Omicidio pittrice,processo il 16 gennaio

Decreto Procura Teramo giudizio immediato per ex marito e figlio

Redazione ANSA

Si aprirà il prossimo 16 gennaio il processo per omicidio volontario e soppressione di cadavere a carico di Giuseppe e Simone Santoleri, rispettivamente padre e figlio accusati dell'omicidio della pittrice teatina Renata Rapposelli (ex moglie e madre dei due imputati). La Procura di Teramo ha infatti firmato il decreto di giudizio immediato.
    I due uomini, assistiti dagli avvocati Gianluca Reitano, Gianluca Carradori e Alessandro Angelozzi, sono in carcere da marzo, l'ex marito della donna, Giuseppe Santoleri al Castrogno di Teramo, e il figlio Simone a Lanciano (Chieti).
    Secondo l'accusa i due avrebbero ucciso la donna, arrivata a Giulianova (Teramo) proprio per incontrare l'ex marito e il figlio, lo scorso 9 ottobre, al termine di un'accesa discussione per questioni economiche. A denunciare la scomparsa di Renata Rapposelli erano stati alcuni amici della donna, con il cadavere ritrovato diversi giorni dopo in una scarpata vicino al fiume Chienti, nelle Marche.
   

Leggi l'articolo completo su ANSA.it