Nuovo Cda Tua, ridotti 12 mln di costi

Arrivati Irina Pervolaraki e Carmine Paolini

(ANSA) - PESCARA 31 LUG - Due nuovi ingressi nel Cda di Tua, l'Azienda di trasporto pubblico abruzzese. A Tullio Tonelli (presidente), Guido Dezio (vicepresidente) e Federica Evangelista (consigliere), si aggiungono i consiglieri Irini Pervolaraki e Carmine Paolini. L'ingegnere Irina Pervolaraki, classe 1955, nata a Creta (Grecia) nel contesto multinazionale ha rivestito il ruolo di corporate quality vice president, ha gestito con efficacia l'installazione, l'avviamento e la certificazione da enti terzi del sistema di qualità ed ambiente in mercati emergenti quali Cina, India, Brasile e Polonia. Le principali esperienze lavorative della Pervolaraki sono state quelle presso la multinazionale Dayco in qualità diglobal corporate quality vice president, nella Pirelli con l'incarico di responsabile per l'Europa del settore tecnico/applicativo dei prodotti in gomma. La seconda new entry nel Cda Tua è Carmine Paolini, originario di Lanciano, classe 1961, laureato in giurisprudenza ed esperto in diritto commerciale, comunitario e regionale. "Due figure che garantiscono un apporto in termini di know-how e operatività", ha detto il consigliere delegato ai Trasporti della Regione Abruzzo, Maurizio Di Nicola. "Due ingressi nel Consiglio di amministrazione ma a fronte di una riduzione dei costi di 12 milioni di euro ottenuta grazie ai tagli dei costi superflui di alcune consulenze ritenute ormai inutili o poco significative - ha spiegato il presidente Tonelli". Lo stesso Tonelli non percepirà compenso per sua scelta. "Arriviamo a una riduzione dei costi di funzionamento degli organi sociali dell'impresa di trasporto pubblico regionale che passa dai 380mila euro della vecchia configurazione della società pubblica agli attuali 350mila euro lordi annui per un Cda a cinque componenti. Una riduzione che va nella scia di quanto richiesto dal decreto Madia, un'implementazione del Consiglio di amministrazione con tutte le competenze necessarie ad affrontare una fase nuova che verrà appena il Consiglio Regionale approverà la delibera sui servizi minimi che disegnano i nuovi scenari delle relazioni di traffico regionali. Su queste - conclude Di Nicola - l'azienda pubblica del trasporto dovrà confrontarsi per dare risposte ai cittadini".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere