Biro, come funziona e cosa fa

Redazione ANSA

PESCARA - Alto circa 35 centimetri e dotato di pannelli fotovoltaici sulle spalle e all'interno una scheda con microprocessori simile a quella dei telefonini, il robot Biro è dotato di sensori a raggi infrarossi che, posizionati dietro agli occhi, rilevano tutti i consumi elettrici. Il robottino, in un periodo di 30 giorni, studia le abitudini energetiche, registrando una grande mole di dati.
Dati che vanno dall'accensione e spegnimento delle luci alla frequenza con cui questo avviene, fino alla più complessa analisi della dispersione di energia. Grazie all'algoritmo creato da Marco Santarelli, Biro è in grado anche di analizzare i dati considerando i consumi precedenti. Attraverso il gestionale 'BiroRobot MSK' gli utenti hanno sempre a disposizione, in tempo reale, il controllo e il monitoraggio dei consumi energetici. Oltre che dal computer fisso, i dati sui consumi possono essere consultati anche da remoto con smartphone e tablet.
Biro, dopo aver elaborato tutti i valori tramite uno specifico software, rilascia una serie di suggerimenti utili a ottenere una significativa riduzione dei costi della bolletta. In diversi punti dell'abitazione o dell'azienda, inoltre, vengono installati dei dispositivi Wi-Fi che consentono di effettuare tutte le rilevazioni e inviarle al sistema gestionale installato nel robot.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in