Ue: verso le elezioni, Europe Direct Teramo punta su giovani

Convegni e tweet per formare cittadini europei del futuro

(di Lorenzo Dolce) (ANSA) - TERAMO, 19 MAR - Sensibilizzare e formare le nuove generazioni per creare gli europei del futuro, cittadini consapevoli che conoscano i diritti derivanti dall'appartenenza all'Europa, troppo spesso concepita come un'entità astratta.
    Questi gli obiettivi delle attività promosse dal Centro Europe Direct di Teramo, che in questi mesi sta organizzando una serie di iniziative dedicate alle elezioni europee, in vista dell' election day del 25 maggio.
    A fine febbraio, ad esempio, il Centro ha promosso un convegno dal titolo 'Go to vote!', rivolto agli studenti maggiorenni delle scuole superiori del Teramano. Finalità dell'evento, a cui hanno preso parte oltre 200 studenti, quella di illustrare il funzionamento della macchina elettorale europea, il ruolo del Parlamento Europeo e l'importanza della partecipazione, enfatizzando la possibilità del singolo di scegliere a chi affidare il potere di decidere su tematiche cruciali per la vita quotidiana dei cittadini.
    All'incontro hanno partecipato, tra gli altri, il presidente del Consorzio Punto Europa-Centro Europe Direct Teramo, Giovanni Luzii, che ha illustrato le attività svolte dal Centro teramano, e due docenti di Diritto europeo dell'Università di Teramo, Enzo Di Salvatore e Alessandro Perfetti, che si sono soffermati su funzioni e caratteristiche del Parlamento Europeo ed hanno spiegato il significato della cittadinanza europea, del diritto di voto e l'importanza di partecipare all'elezione del Parlamento europeo. Si è discusso anche delle linee guida che influenzeranno le politiche europee nei prossimi anni, con l'intervento dell'europarlamentare Enzo Rivellini.
    "Le Elezioni Europee - sottolinea il responsabile di Europe Direct Teramo, Paola Casalena - sono l'occasione fondamentale per i cittadini per esercitare il loro diritto di eleggere direttamente i componenti del Parlamento Europeo, organo deputato all'elaborazione di provvedimenti legislativi che hanno un impatto diretto sulla loro vita quotidiana. Già nel 2009 ci eravamo mossi tanto e anche quest'anno stiamo facendo lo stesso.
    Purtroppo in Italia le elezioni europee non sono molto sentite.
    Più in generale, spesso è l'Europa ad essere concepita come un'entità astratta, ma bisogna capire che le decisioni più importanti vengono prese a livello europeo".
    Sempre nell'ambito dell'azione informativa sulle elezioni europee 2014 e con l'obiettivo di favorire la partecipazione dei cittadini, Europe Direct aveva organizzato a dicembre, a Giulianova (Teramo), il convegno 'Un voto consapevole per il nostro futuro. L'Europa in campo contro la disoccupazione', in cui si è parlato delle politiche europee in materia di lavoro e degli strumenti utilizzati dall'Ue per sostenere l'occupazione e per realizzare una società inclusiva.
    Un nuovo evento è previsto per aprile: un dibattito sul tema 'L'Europa che vogliamo' per confrontarsi sul futuro dell'Ue e raccogliere opinioni e pareri si ciò che secondo i cittadini deve cambiare, con l'obiettivo di creare degli 'europei critici ed attenti'. Parteciperanno docenti universitari ed esponenti della Commissione Europea. Prosegue, inoltre, l'attività di Europe Direct per sensibilizzare i più giovani, sfruttando anche i social network e le nuove tecnologie. L'idea principale, però, è quella di andare nelle singole scuole, per spiegare ai ragazzi come è fatta la scheda elettorale e come si vota. La Festa dell'Europa, il 9 maggio, sarà un'ulteriore occasione per far comprendere che "il voto alle elezioni europee è importante tanto quanto quello delle regionali o delle comunali". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA