Terrorismo: procuratore, cellula Abruzzo era punto passaggio

(ANSA) - L'AQUILA, 7 SET - "Non siamo qui per spargere paura ma per garantire che qualsiasi segnale sarà verificato nell'ambito delle nostre povere capacità". Così il procuratore antiterrorismo dell'Aquila, Michele Renzo, sulla operazione che ha portato a sgominare una organizzazione dedita ad attività antioccidentale che dall'Abruzzo aveva ramificazioni in tutta Europa. In riferimento alla pericolosità dell'organizzazione, il procuratore, nel corso della conferenza stampa che si è svolta all'Aquila, ha sottolineato che questa cellula terroristica è un punto di passaggio e una centrale operativa nello stesso tempo "perché la struttura e qualsiasi punto nevralgico sono punti di arrivo e di partenza di focolai di radicalismo".(ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere