Giovani talenti in scena con 'Aladdin'

Produzione 'Il Mondo del Musical'per allievi di Silvano Torrieri

(ANSA) - PESCARA, 31 LUG - Un cast di 17 elementi fra i 5 e i 15 anni, uno spettacolo di un'ora che si dipana fra musica e recitazione e con il suo ritmo incalzante stupisce per la giovane età dei protagonisti, pronti a passare dalla prosa al canto senza esitazione o cedimenti: con 'Aladdin', musical ispirato al film d'animazione Disney, il pubblico del Teatro 'Madonna del Rosario' a Pescara ha potuto toccare con mano e apprezzare sinceramente il grande lavoro e la passione che animano 'Il Mondo del Musical', scuola avviata nella sede dell'Accademia internazionale del Musical a Montesilvano (Pescara). Con la guida dell'attore Silvano Torrieri, i giovanissimi hanno vissuto un'esperienza coinvolgente tra studio, disciplina e divertimento, tra recitazione e danza, per andare in scena con piglio da professionisti. E 'Aladdin' è solo una delle produzioni di quest'anno. Torrieri coinvolge nella sua passione gli attori e cantanti in erba, li guida nella scelta del ruolo più adatto, valorizzando le caratteristiche di ciascuno. Si diverte e fa divertire i giovanissimi che frequentano i corsi (suddivisi in classi Junior e Young), al punto che bambini e ragazzi sono pronti a portare in scena sempre nuovi spettacoli, ansiosi di esibirsi per mostrare le loro conquiste. Mentre si appresta ad affrontare il terzo anno di attività del 'Mondo del musical', Torrieri ricorda cosa lo ha spinto a creare questo spazio speciale per i giovanissimi. "Sono stato molto fortunato, perché mia madre mi ha sempre agevolato nel mio percorso; mi chiedeva cosa mi piacesse fare e lo ha fatto proponendosi come un'amica, alla pari. Ricordo l'emozione quando da ragazzo mi accompagnò a Milano dopo essere stato ammesso alla Scuola del Piccolo Teatro di Giorgio Strehler. Ecco, far sì che io, agendo alla pari, possa essere utile a far trovare ai miei allievi la giusta strada, per me è la molla fondamentale". Per chi insegna, continua Torrieri, "l'intento è dare gioia in maniera naturale, i ragazzi fanno lo stesso quando vanno in scena". "La capacità stessa di imparare le parti a memoria è fondamentale; e, al contrario di quello che pensano alcuni genitori, ciò li aiuta anche a scuola. Vedo che più attività svolgono i ragazzi, più competenze acquisiscono". Quella di Pescara è una delle sei sedi in Italia dell'Accademia Internazionale del Musical, le altre sono a Roma, Catania, Palermo, Torino e Cagliari; in sinergia con la New York Film Academy offre formazione per affrontare il mondo del teatro e del cinema. Ci si può iscrivere a 16 anni frequentando un biennio propedeutico, a 18 anni dopo un'audizione che consente l'accesso al triennio accademico professionale. Nel 'Mondo del Musical' in un solo anno "sempre divertendosi, i più giovani possono imparare la parte di diversi spettacoli - spiega ancora Torrieri che ha preparato gli allievi anche per 'Il Re Leone' e 'La bella e la bestia' - e ciò li rende pronti a nuove scoperte, a integrare numeri coreografici e canzoni e a mettersi subito in gioco. Certo, sono io che do indicazioni sui ruoli, che scelgo i protagonisti, ma sto anche molto attento al turnover: è bene che tutti si cimentino in ruoli di responsabilità dove l'appagamento finale è anche vedere i compagni che si divertono". (ANSA).

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere