A Rigopiano due anni dopo la tragedia

La cerimonia per ricordare le 29 vittime

 I primi ad arrivare sono stati alcuni parenti delle vittime, arrivati di buon'ora nei pressi delle rovine dell'hotel di Rigopiano dove il 18 gennaio 2017 una valanga travolse il resort e uccise 29 persone. Hanno parcheggiato poco sopra le macerie. Tutto intorno Forze dell'Ordine e Soccorso Alpino pronti ad organizzare il traffico previsto delle auto e di coloro che parteciperanno alla cerimonia. Folla di telecamere già presenti con le dirette tv che monopolizzano le trasmissioni del mattino.

''Noi ci siamo'', così il vicepremier Luigi Di Maio mentre stringe le mani dei parenti delle vittime appena giunto sul luogo del disastro. Di Maio si è intrattenuto a parlare con Gianluca Tanda, del Comitato Vittime di Rigopiano.

Anche Matteo Salvini è giunto nel luogo della tragedia dell'hotel Rigopiano. Il vicepremier ha salutato i parenti delle vittime e ha fatto un giro intorno all'area dove una volta c'era il resort: ha anche ascoltato i racconti dei parenti, che hanno tenuto ciascuno ha spiegare la loro storia. Salvini ha poi chiesto informazioni sulla situazione del luogo: è visibilmente commosso e si è intrattenuto con alcuni parenti che esponevano la foto dei loro congiunti morti.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere