Scuola: lettera aperta sindaco Teramo per apertura anno

D'Alberto, dopo terremoto problemi, aiutateci a intervenire

(ANSA) - TERAMO, 10 SET - "Carissimi, inizia un nuovo anno scolastico. Intendo indirizzarvi queste parole di saluto, non per adempiere ad un atto formale ma per testimoniare a tutti voi, e a ciascuno singolarmente, la mia vicinanza, per il ruolo, le funzioni, la sensibilità che mi appartengono. Questo anno scolastico ha per me un significato particolare; un aspetto personale che voglio prendere a paragone per ciascuno di voi.
    Infatti l'avventura scolastica comincia anche per la mia piccola Viola; pure lei, stamattina, varcherà la soglia della scuola, nel suo caso della prima elementare".
    Inizia così il messaggio del sindaco di Teramo, Gianguido D'Alberto in occasione dell'inizio del nuovo anno scolastico.
    "La scuola - dice - è, in fondo come la vita: sorprendente, deludente; facile, impegnativa; dolce, amara. Perciò, il vostro è un tuffo nelle aule, ma anche nella vita". E aggiunge: "Ciò che dobbiamo fare è innanzitutto garantire che le scuole siano sicure; assicurarvi la possibilità di raggiungere i vostri istituti nella maniera più rapida e sicura; fare in modo che le strutture siano funzionali. Sapete che il terremoto degli anni passati ha creato grossi problemi; stiamo cercando di risolverli: in alcuni casi ci siamo riusciti, in altri meno. Ma non vogliamo che questo diventi un alibi. Vi chiediamo di aiutarci, segnalandoci tutto ciò che non va e di esigere il nostro intervento, laddove serve".
    "Stamattina - conclude D'Alberto - ho accompagnato Viola a scuola. Almeno idealmente sarà così per l'intero anno scolastico e, permettetemelo, sarà così con ciascuno di voi". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere