Blocco fondi, Chieti e Pescara insorgono

Azione di Alessandrini e Di Primio.Domani con l'Anci alla Camera

(ANSA) - PESCARA, 3 SET - Bando ai campanilismi, Pescara e Chieti si uniscono, assieme ad altre città italiane per scongiurare la sospensione votata dal Senato del bando di riqualificazione delle periferie indetto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri due anni fa. Presentate dai due primi cittadini Marco Alessandrini e Umberto Di Primio le iniziative decise insieme all'Anci. "Si tratta - ha detto il sindaco di Pescara - di un vero e proprio scippo istituzionale che è sotto gli occhi di tutti. I fondi delle periferie tanto agognati, per cui i comuni hanno fatto i compiti a casa, arrivati all'ultimo miglio, sono stati congelati. Per questo è necessaria una mobilitazione di tutti i comuni. Oggi siamo in conferenza qui, domani saremo a Roma con la delegazione Anci che verrà ascoltata in Commissione Bilancio alla Camera perché c'è la necessità di far tornare indietro il Governo su un provvedimento del genere, e su un emendamento scippo che grida vendetta perché questi fondi sono il frutto di un confronto con il Governo".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere