Giunta Abruzzo, ok a rifiuti Roma

D'Alfonso, 90 giorni, massimo 39mila tonnellate in 3 strutture

(ANSA) - PESCARA, 11 GEN - Dall'Abruzzo c'è l'ok ad accogliere i rifiuti di Roma per 90 giorni e per una quantità massima di 39mila tonnellate, distribuite su tre strutture: Chieti, Sulmona e Aielli (L'Aquila). Lo prevede la delibera n.1 del 2018 approvata dalla Giunta regionale abruzzese, relativa all'accordo di programma tra la Regione Abruzzo e la Regione Lazio. C'è quindi il via libera da parte della Giunta, ma a determinate condizioni illustrate dal governatore Luciano D'Alfonso a margine della riunione.

Rifiuti, tra condizioni passaggi su strade - Arrivo di ulteriori elementi infomativi in lavorazione dall'Ama, relativi, ad esempio, al "numero di passaggi quotidiani di trasporto che impatteranno sulla viabilità minore"; monitoraggio da parte dell'Agenzia regionale d'Abruzzo per la tutela ambientale (Arta) per la verifica della qualità dell'aria nei tre luoghi individuati; riunione con i sindaci dei tre Comuni, con le tre aziende e con Ama per un "protocollo di perfetta collaborazione" finalizzato ad "allineare i linguaggi collaborativi"; aggiornamento, al termine dei 90 giorni, sulla "capacità riorganizzativa del ciclo dei rifiuti di Roma". Queste, tra l'altro, le condizioni poste dalla Giunta abruzzese per poter accogliere i rifiuti di Roma, come deliberato oggi dalla Giunta regionale.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere