Banda larga: D'Alfonso, Campli simbolo rivoluzione digitale

(ANSA) - CAMPLI (TERAMO), 14 NOV - "E' un risultato straordinario l'avvio di questa infrastruttura ma è altrettanto straordinaria la venuta del governo qui a sacralizzare un metodo di collaborazione fondamentale. Mettiamo a disposizione le più avanzate soluzioni di rete per la banda ultralarga, in grado di far accedere cittadini, imprese e territori a servizi altamente performanti". Così il presidente della Regione, Luciano D'Alfonso, ha accolto a Campli il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, per l'inaugurazione del cantiere Open Fiber per la realizzazione di un'infrastruttura a banda ultra larga.
    Alla cerimonia, hanno partecipato anche il sindaco Pietro Quaresimale, l'amministratore delegato di Open Fiber, Tommaso Pompei e il presidente di Open Fiber, Franco Bassanini. Presenti anche, tra gli altri, l'assessore Dino Pepe, consiglieri regionali e amministratori locali. Campli è la città del cratere scelta come luogo simbolo per dare il via alla rivoluzione della banda ultra larga. Il progetto che interessa l'intero Abruzzo prevede una spesa complessiva di 133 milioni di euro.
    "Attualmente - ha aggiunto D'Alfonso - in 28 comuni i lavori sono terminati, in 19 realtà territoriali, compreso Campli, abbiamo qualità e quantità del cantiere con lavori in corso. Ci sono poi dieci Comuni in corrispondenza dei quali Provincia e Comuni devono dire sì ai tagli stradali e agli attraversamenti e ci sono 248 centri cittadini con i progetti finiti a cui si deve dare attuazione. Nel processo di ricostruzione, invece, stiamo lavorando per aumentare la competenza dei Comuni perché abbiamo messo in campo un'armatura amministrativa, normativa e finanziaria all'altezza. Abbiamo quattro piani stralcio ed è già pronto il quinto. Dobbiamo far ricorso, dunque, a quella composizione di buone volontà e responsabilità che, in molti momenti, abbiamo dovuto produrre per assoluta necessità, grazie alla collaborazione del governo e alla preziosa disponibilità del commissario straordinario De Micheli".
    Il presidente Gentiloni ha sottolineato come nelle zone colpite dal terremoto, oltre a fa fronte all'emergenza, a ripristinare i borghi con il loro patrimonio storico, la loro unicità e la loro bellezza, è necessario scommettere sul futuro per rendere più forti queste aree. E Campli rappresenta proprio questo: la forza di un Paese più veloce, più agile e più moderno che riduce il divario digitale. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere