Cisl, emergenza personale al S.Salvatore

'Mancano medici e infermieri. Siamo pronti a scendere in piazza'

(ANSA) - L'AQUILA, 11 OTT - "Piena emergenza al pronto soccorso del San Salvatore dell'Aquila. Manca il personale e i servizi sono a rischio, con i pazienti costretti a lunghe attese". Così il coordinatore della Cisl Sanità della provincia dell'Aquila Gianfranco Giorgi che chiede un incontro urgente con il direttore della Asl Avezzano Sulmona L'Aquila Rinaldo Tordera, dopo appelli e sollecitazioni finite nel vuoto. Se l'emergenza non dovesse rientrare, annuncia, "siamo pronti a scendere in piazza". "La pianta organica di pronto soccorso e Osservazione breve (Obi) prevede 17 dirigenti medici coordinati da un direttore. Attualmente sono in servizio solo 13 medici. Sugli Quanto agli infermieri, con 30 unità e una caposala in pianta organica, sono in servizio solo 23 infermieri, di cui uno part-time, 7 con avviso pubblico a scadenza, 2 precari, due che usufruiscono della legge 104, un'unità con permessi sindacali, un lavoratore assente per aspettativa mai sostituito. Tutto a fronte di circa 40mila accessi l'anno".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere