Tumore polmone, ok percorso terapeutico

Paolucci, con rete oncologica Abruzzo supera frammentazione cure

(ANSA) - PESCARA, 9 OTT - Continua l'attività della Giunta regionale d'Abruzzo per innalzare i livelli essenziali di assistenza (Lea). Dopo la recente approvazione dei percorsi diagnostici terapeutici assistenziali (Pdta) sui tumori del colon retto e della mammella deliberata l'approvazione di quello sul tumore del polmone. "Siamo motivati a mettere l'organizzazione dell'oncologia su direttive innovative - dice l'assessore alla Programmazione sanitaria Silvio Paolucci - per ottimizzare l'intero percorso assistenziale del paziente, valorizzando le importanti expertise degli operatori sanitari e superando la frammentarietà delle prestazioni in ambito oncologico, condividendo specifici protocolli all'interno della rete. Anche la nostra Regione entra fra quelle che hanno avviato l'attivazione delle reti oncologiche, fino al 2016 solo 6". In Abruzzo ogni anno oltre mille persone sono ricoverate con diagnosi di tumore del polmone; circa 300 vengono sottoposte a intervento chirurgico nelle 3 unità operative di Chirurgia toracica regionali.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere