Incendio Morrone: sindaco Pratola Peligna, no rimboschimento

(ANSA) - PESCARA, 13 SET - No del Comune di Pratola Peligna al rimboschimento, "in questo momento riteniamo sia indispensabile e fondamentale la bonifica delle aree colpite e la prevenzione costante". E' la posizione ribadita dal sindaco di Pratola Peligna (L'Aquila), Antonella Di Nino, nel corso della riunione tenutasi nel pomeriggio a Pescara, convocata dal governatore, Luciano D'Alfonso, per 'individuare un percorso istituzionale che porti rapidamente al rimboschimento delle aree colpite da incendi'. "Ho chiesto alla Regione - spiega il sindaco in una nota diffusa al termine della riunione - di muoversi per prevedere il ristoro non solo delle spese sostenute dai comuni nella fase dell'emergenza e rubricate nella somma urgenza, ma anche per quelle che graveranno nella fase successiva, a partire dalle spese per la pulizia delle linee tagliafuoco, della loro messa in sicurezza e per i canali di scolo e tracimazione delle acque.
    È fondamentale per la tenuta dei conti del Comune". Il sindaco di Pratola, che partecipava alla riunione insieme agli amministratori di altri comuni colpiti dagli incendi, ritiene "necessaria la proroga dei termini del Programma di sviluppo rurale (Psr) che scadono il 15 settembre, dal quale possono arrivare nuovi e importanti finanziamenti per le attività di manutenzione generale dei nostri boschi". "Al presidente D'Alfonso ho fatto presente di verificare se sia stata tagliata o meno l'importante linea di finanziamento di 800mila euro, di cui la metà destinati al Colle delle Vacche, per limitare il rischio idrogeologico sulla montagna, linea aperta dalla Provincia guidata da Antonio Del Corvo e poi passata nella gestione operativa della Regione. Sarebbe opportuno che, qualora questo finanziamento fosse stato annullato, la Regione ne ripristinasse la disponibilità".
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere