Incendi: Wwf Abruzzo, Regione riveda programmi prevenzione

'Parchi facciano di più. Stop cemento, ridare a natura maltolto'

(ANSA) - PESCARA, 11 SET - "La Regione Abruzzo riveda i propri programmi di prevenzione ed attui misure che scoraggino l'abbandono delle campagne e delle montagne; i Parchi di difendano le aree protette con maggiore convinzione". Lo chiede il Wwf Abruzzo che stamani ha presentato un report sull'emergenza incendi nei primi otto mesi dell'anno, sottolineando che "le uniche grandi opere pubbliche di cui l'Italia e l'Abruzzo hanno realmente bisogno non sono nuove cementificazioni dell'ambiente, ma soltanto la messa in sicurezza del territorio, cercando di rimediare ai troppi errori del passato e restituendo alla natura il maltolto". "I cittadini, lo hanno dimostrato, vogliono e sanno essere custodi e difensori sempre e in ogni momento del proprio territorio - aggiunge l'associazione - La politica deve aiutarli con scelte coerenti con i reali interessi della comunità".
    Il Wwf ringrazia poi "quanti hanno speso energie contro le fiamme e in particolare i tanti volontari scesi in campo a tutela del proprio territorio".
    Per quanto riguarda il futuro delle aree interessate dagli incendi, gli ambientalisti ribadiscono la loro contrarietà al rimboschimento e chiedono che "si lasci fare alla natura, evitando ulteriori errori". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere