Grande Guerra nelle foto di un soldato

In Abruzzo ok Mibact a risorse. Si lavora su censimento e mostra

(ANSA) - MOSCIANO SANT'ANGELO (TERAMO), 8 AGO - Un progetto culturale di censimento, digitalizzazione e valorizzazione di un ingente patrimonio di materiali fotografici e documentali, in gran parte sconosciuti e inediti, appartenuti a Serafino De Benedictis, classe 1891, giovane soldato di Mosciano Sant'Angelo, tipografo e fotografo dilettante durante la Grande Guerra. E' l'iniziativa promossa dal Comune moscianese che, in collaborazione con la Soprintendenza Archeologica, Belle arti e Paesaggio dell'Abruzzo, ha ottenuto dal Mibact il relativo finanziamento. De Benedictis ha realizzato, sviluppandole e stampandole in proprio, decine e decine di foto amatoriali del conflitto mondiale, che hanno un eccezionale valore documentario. Nel materiale vengono ritratti tutti i principali protagonisti politici e militari della Grande Guerra. Oltre alle fotografie il ricco fondo documentale comprende numerose cartoline d'epoca, in parte prodotte personalmente da De Benedictis. E ancora lettere, pagine di quaderno, riviste, schizzi.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere