Legalità:Borrometi, ragazzi fate squadra

Giornalista siciliano riceve Premio Borsellino

(ANSA) - PESCARA, 20 MAG - "Ai ragazzi dico di fare squadra, perché da soli si muore, com'è accaduto a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino: condividete la denuncia non isolate chi è particolarmente esposto, e, soprattutto, abbiate sempre il coraggio di denunciare quando qualcosa non va, ponetevi delle domande e cercate le risposte, abbiate la forza di andare controcorrente e di rivendicare i vostri diritti, perché per garantirvi quei diritti, delle persone sono morte". Questo il giornalista ragusano Paolo Borrometi, oggetto più volte di intimidazioni, e che oggi vive sotto scorta, ha detto agli studenti dell'Istituto Alberghiero 'De Cecco' e del Liceo Scientifico 'Da Vinci' di Pescara nel quarto appuntamento con il Progetto 'Educazione alla Legalità' proposto dall'Ipssar 'De Cecco' in collaborazione con l'Associazione 'Falcone e Borsellino' e finanziato dal Miur. A Borrometi è stato consegnato il Premio Borsellino.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere