Niglio capo Squadra Mobile all'Aquila

'Ci sono interessi criminalità organizzata, qui per impedirlo'

(ANSA) - L'AQUILA, 10 MAG - "Non sono qui per andarmene a breve, la squadra Mobile della questura dell'Aquila ha una sua storia, fatta dagli uomini che ne hanno fatto parte, e io voglio entrare a farne parte". Così Tommaso Niglio, che si è insediato oggi come dirigente della Mobile aquilana dopo soli 8 mesi di gestione di Gennaro Capasso. Proveniente da Salerno, 43 anni, ha fatto parte anche della squadra delle Fiamme Oro Rugby, sport cittadino. "Sono arrivato da poco in città, mi sono fatto un'idea sulla base di quello riferito dalla mia squadra - ha detto - In questo momento storico ci sono di sicuro interessi della criminalità organizzata e siamo qui per impedirlo".
    L'addio di Capasso, subentrato da pochi mesi a Maurilio Grasso, che invece era stato 4 anni, è stato spiegato dal questore, Antonio Maiorano: "Sta frequentando il corso da primo dirigente, questo conferma che L'Aquila è una piazza attenzionata dal dipartimento, qui si fa carriera".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere