Sindaci, ricostruzione ferma per Usrc

Allarme da cratere, Corte Conti non da ok firma a Esposito

(ANSA) - L'AQUILA, 8 MAR - "Continuiamo a ricevere rassicurazioni dall'ufficio di presidenza del Consiglio che sarà questione di giorni, ma ad oggi dobbiamo constatare che ancora non avviene nulla". Così i due coordinatori del tavolo dei 56 sindaci del cratere del cratere Sandro Ciacchi e Francesco Di Paolo, sul blocco della ricostruzione nei centri dell'aquilano a causa del ritardo della corte dei conti nel dare il via libera al potere di firma al responsabile dell'Ufficio speciale dei comuni del cratere (Usrc), Paolo Esposito. Il rinnovo per i prossimi tre anni del manager pubblico è stata ratificata dalla presidenza del Consiglio dei ministri agli inizi di gennaio, ma per ora può svolgere solo l'ordinaria amministrazione e non può firmare "assegnazioni ed erogazione di fondi": in tal senso si attende l'ok della Corte dei Conti.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere