Piazza intitolata a sopravvissuto lager

Sindaco Montesilvano, per mantenere viva memoria Renato Diodati

(ANSA) - MONTESILVANO (PESCARA), 13 FEB - Il Comune di Montesilvano intitola una piazza a Renato Diodati, il reduce della seconda Guerra Mondiale, originario di Montesilvano, sopravvissuto ai campi di concentramento e morto lo scorso anno, a 95 anni. "L'intitolazione di una piccola piazza è il nostro modo per omaggiare e mantenere viva la memoria di una persona che ha fatto tanto per la comunità montesilvanese - dice il primo cittadino, Francesco Maragno -. Ricordo lo scorso anno, in occasione della celebrazione della Giornata della Memoria, organizzata al Liceo D'Ascanio, i volti dei ragazzi e il silenzio mentre ascoltavano le sue parole. Anche nel racconto di orrori così grandi Renato riusciva sempre a strappare un sorriso a chiunque.
    Diodati, nato il 19 dicembre 1919, fu chiamato alle Armi nel 1940. Nel 1943 venne deportato in un campo di concentramento e successivamente trasferito a Magdeburgo, in una fabbrica di acciaierie. Nel giugno del 1944 i tedeschi abbandonarono l'officina e Diodati riacquistò la libertà.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere