Sfruttano morti per avere contributi

Indagini Gdf nella Marsica, indebitamente percepiti 300mila euro

(ANSA) - AVEZZANO (L'AQUILA), 9 FEB - Richieste di contributo presentate da soggetti morti da tempo, da altri che risultavano affittuari di particelle intestate a persone decedute e da soggetti che attestavano falsamente di essere locatori di particelle di proprietà pubblica. Sono quelle emerse dalle indagini condotte dalla Guardia di Finanza di Avezzano, iniziate nell'ottobre 2013, su 142 aziende agricole della Piana del Fucino: 117 i soggetti denunciati alla Procura della Repubblica con le ipotesi di reato di falsità ideologica in atto pubblico o truffa aggravata ai danni dello Stato. I contributi indebitamente percepiti ammonterebbero a oltre 300 mila euro.
    Elevate sanzioni amministrative per oltre 250 mila euro.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere