Insegne spente contro targhe alterne

Commercianti, Comune mortifica città desertificandola di giorno

(ANSA) - PESCARA, 15 GEN - Da domani le attività commerciali a Pescara spegneranno le insegne per protesta dalle ore 20. Così Casartigiani, Cna, Confartigianato, Confcommercio e Confesercenti, associazioni aderenti a Rete Imprese Italia, intendono contestare "la farsa delle targhe alterne che il Comune sembra intenzionato a portare cocciutamente e insensatamente avanti". "Finora i negozi hanno evitato di mortificare la città lasciandola al buio nelle ore serali - annunciano - ma visto che il Comune continua a mortificare la città desertificandola di giorno, da oggi contribuiremo anche noi lasciando al buio le vie cittadine".
    "In mancanza di segnali di apertura da parte del Comune - proseguono - chiederemo di essere ricevuti dal prefetto lunedì per poi recarci martedì alle 12.30 sotto Palazzo di Città per manifestare il 'dissenso unanime' di cittadini e imprese".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere